CICERONE

 

 

Per tornare alla home page clicca qui

 

Un breve accenno alla vita di Cicerone

Marco Tullio Cicerone nacque nel 106 a.C. nei pressi di Arpino, piccola cittadina oggi in provincia di Frosinone, da una modesta famiglia appartenente all’ordine equestre. Non appena in età scolare, dimostrò doti naturali di apprendimento e di memoria così straordinarie da acquistare grande stima e reputazione sia tra i maestri che tra i compagni. Fu quindi indirizzato agli studi forensi, ed in essi egli mostrò capacità tali e fece progressi così rapidi da riuscire a vincere, appena ventiseienne, nell’ 80 a.C.,  una causa in difesa di un certo Roscio Amerino, accusato di parricidio da un liberto di Silla. Correndo il rischio di incappare, per questo suo successo, nella vendetta di Lucio Cornelio Silla, cioè del ‘dominus’ della politica romana di quegli anni, Cicerone fece spargere la voce che le sue condizioni di salute richiedevano delle cure e partì per un viaggio in Grecia che durò due anni. In questa occasione perfezionò la conoscenza della lingua greca e della filosofia. Morto Silla nel 78 a.C. , Cicerone tornò a Roma, e nel volgere di una quindicina di anni percorse tutto il tradizionale ‘cursus honorum’, giungendo ad essere eletto console nel 63 a.C. Attraversò quindi, seppure con intermittenza, ora da protagonista ed ora da comprimario, tutte le tempestose vicende che caratterizzarono la storia di Roma fino alla uccisione di Giulio Cesare nel 44 a. C;  ed ebbe un ruolo attivo, pur se secondario, anche nei mesi immediatamente seguenti. Morì nel 43 a.C. nei pressi di Formia, non molto lontano da dov’era nato, mentre tentava disperatamente di sfuggire ai sicari di Marco Antonio, i quali invece lo raggiunsero e, secondo gli ordini ricevuti, lo scannarono, lo decapitarono e gli mozzarono le mani.

Cicerone ovvero dell'infantilismo della proairesi

Se Seneca, a mio giudizio, è la personificazione della disonestà intellettuale; mi è sempre riuscito difficile sfuggire alla convinzione che il vero Cicerone non vada ricercato nei personaggi arcinoti del grande avvocato, del finissimo politico, del delicato poeta, del filosofo eclettico, del difensore della repubblica, del padre della patria che la tradizione tramanda. Cicerone va cercato nel bambino che è stato: un bambino gioioso che non ha mai accettato di diventare uomo. Cicerone, come racconta esplicitamente Plutarco, era stato dotato dalla natura di straordinarie capacità intellettive ed aveva vissuto una infanzia ed una adolescenza piene di successi, di premi, di gratificazioni. Ora, qualunque bambino si fa uomo man mano che la natura lo dota della proairesi e lo rende quindi capace di riconoscere la natura delle cose, cioè la fondamentale bipartizione di tutto ciò che esiste in cose proairetiche, ossia in esclusivo potere dell’uomo, e in cose aproairetiche, ossia non in esclusivo potere dell’uomo. Nel caso dell’adolescente Cicerone la sorte però truccò le carte, e invece delle sonore legnate di cui aveva bisogno per crescere, gli fece credere di poter continuare all’infinito ad ottenere successi, premi e gratificazioni. Questo compulsivo bisogno dell’approvazione e della lode altrui è quello che io chiamo ‘infantilismo della proairesi’ e che, delle quattro modalità fondamentali di operazione della proairesi umana, si riduce in Cicerone ad una oscillazione continua tra l’esaltazione e la stoltezza.

Tutti i frammenti di Cicerone contenuti negli Stoicorum Veterum Fragmenta

- Per i frammenti (113) tratti dal 'De finibus bonorum et malorum' clicca qui

- Per i frammenti (67) tratti dagli 'Academica' clicca qui

- Per i frammenti (56) tratti dal 'De natura deorum' clicca qui

- Per i frammenti (52) tratti dalle 'Tusculanae disputationes' clicca qui

- Per i frammenti (38) tratti dal 'De divinatione' clicca qui

- Per i frammenti (24) tratti dal 'De legibus' clicca qui

- Per i frammenti (11) tratti dal 'De fato' clicca qui

- Per i frammenti (8) tratti dal 'De officiis' clicca qui

- Per i frammenti (7) tratti dal 'Pro Murena' clicca qui

- Per i frammenti (4) tratti dal 'De re publica' clicca qui

- Per i frammenti (8) tratti dal 'De oratore et cetera...' clicca qui 

 

 

 

 

 

 

 
Copyright (c) 2006 My Education Website. All rights reserved.